Vista Vision Universo Salute – Brescia, Day Hospital Borgo Wuhrer 800.99.99.55

FAQ: DOMANDE FREQUENTI.

Faq

Qui è dove troverai la maggior parte delle risposte alle tue domande, ispirate alle domande frequenti (faq) che ci pongono i nostri pazienti. Se non trovi qui la tua soluzione, non esitare a contattarci.

Chirurgia Refrattiva

Da qualche mese tollero con difficoltà le lenti a contatto e non voglio portare gli occhiali anche perché mi ostacolano nelle attività sportive. Posso sottopormi ad un intervento di chirurgia refrattiva?

Per poter fornire una risposta sulla fattibilità in sicurezza di un intervento di chirurgia refrattiva è necessario sottoporsi ad una serie di esami mirati ad escludere potenziali rischi. Per poter eseguire gli esami propedeutici sarà necessario sospendere l’uso delle lenti almeno 15 giorni prima.

Ho sentito parlare di un nuovo tipo di laser che rende più preciso e sicuro l’intervento di chirurgia rifrattiva. Di cosa si tratta?
Si tratta del laser a Femtosecondi. Questo laser ha delle potenzialità enormi in ambito oculistico, perché sostituisce le strumentazioni meccaniche utilizzate in precedenza, aumentando notevolmente la precisione dell’intervento e riducendo il rischio operatorio.
Quanto dura l’intervento?
L’intervento dura mediamente dai 5 ai 7 minuti per procedura (ad occhio). La differenza è imputabile alla tecnica utilizzata ed al difetto visivo da rimuovere.
Quali sono le possibili controindicazioni?
Non idoneità dell’occhio a subire questi trattamenti, patologie oculari e problemi di strabismo. Ogni caso va preventivamente analizzato e nella maggior parte dei soggetti, dopo una terapia adeguata, si può procedere all’intervento.
Tutte le persone sono idonee all’intervento di chirurgia refrattiva?
Anche in presenza di occhi in salute, è necessario effettuare degli esami specifici: mappa corneale, spessore corneale, ecc. per poter garantire l’idoneità al trattamento. A livello internazionale le linee guida sono precise e rigorose, delineano in modo chiaro i parametri anatomo-funzionali dell’occhio che può essere trattato per un difetto visivo con le attuali tecniche.
È possibile avere delle garanzie sul risultato?
Nella maggior parte dei casi, l’intervento raggiunge il pieno successo. Grazie all’utilizzo delle più moderne apparecchiature e delle più avanzate competenze, i rischi di un parziale insuccesso vengono ridotti al minimo. In ogni caso è possibile effettuare un secondo trattamento.
Si possono correggere tutti i difetti visivi?
Tutti i difetti visivi sono potenzialmente correggibili. Le differenze e le eventuali non idoneità dipendono dalla quantità del difetto visivo in rapporto alla struttura dell’occhio da trattare.

Cataratta

Quando si opera la cataratta?

Quando l’opacità del cristallino ostacola lo svolgimento delle normali attività della vita quotidiana, come leggere, guidare, dipingere, guardare la TV, ecc. È tramontato il concetto di operare la cataratta quando è “matura”.


Strabismo

L’intervento di strabismo può compromettere la vista?
Assolutamente no. L’intervento viene eseguito all’esterno dell’occhio e non ne compromette la funzionalità.

Cheratocono

Esiste una soluzione meno invasiva del trapianto corneale?
Il trapianto corneale è l’unica soluzione quando ci troviamo di fronte ad un cheratocono estremamente avanzato. Nella fase iniziale o comunque quando ancora la situazione visiva non è gravemente compromessa, oggi è possibile eseguire una nuova terapia laser-farmacologica chiamata cross-linking. Tale terapia abbina l’utilizzo di una sostanza (riboflavina) che viene depositata sulla superficie dell’occhio e dopo circa 30 minuti viene illuminata con un laser che ne modifica la struttura. Questa modifica che avviene all’interno della cornea porta ad un rinforzo della struttura corneale, impedendone nel tempo un’ulteriore deformazione.

© Vista Vision Srl, Tutti i diritti riservati
R&D
Demoweb.it | Design: Yoomultimedia.com